Notizie

OSMV #6 - Sintesi del rapporto 1° trimestre 2016

Sorgente /

Il mercato del vino svizzero ha iniziato il 2016 come ha concluso l'anno precedente, influenzato da un contesto economico ancora difficile, delle quantità disponibili che stanno scarseggiando, il turismo d’acquisto che si amplifica e l'impatto della forza del franco che esercita una forte pressione sui prezzi.

In questo contesto, le vendite di vini DOC svizzeri nei supermercati al 1° trimestre 2016 sono diminuite del 5.6 % rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente (Fig. 1.1). Questa contrazione è comunque inferiore a quella degli stock rilevati fine dicembre 2015 (- 8.6 %).

Tutti i colori di vino sono in calo nel 1° trimestre 2016 (Fig. 1.2). Ma la loro posizione sul mercato si spiega alla luce delle riserve disponibili all'inizio di quest'anno. Il calo è quindi particolarmente pronunciato per i vini rossi DOC svizzeri, il cui volume cala per il secondo anno consecutivo del 10.0 %, ma ad un livello ben al di sopra della variazione degli stock (- 5.7 %).

Da parte sua, il mercato dei vini bianchi DOC svizzeri scende soltanto del 3.6 % nei primi mesi del 2016, nonostante una diminuzione delle sue riserve del 12.1 %. Il volume dei vini rosati DOC, che erano aumentati notevolmente nel 1° trimestre 2015 su base annua, flette del 4.3 % (volume in stock fine 2015: - 5.2 %).

Date le deboli quantità a disposizione dei grandi distributori a favore di importanti attività promozionali, il prezzo medio al litro dei vini DOC svizzeri venduti nei supermercati aumenta in valore nominale del 2.0 % o di 33 centesimi per stabilirsi a CHF 12.38 nel 1° trimestre 2016. Progredisce per tutti i colori di vino e questo, per il secondo anno consecutivo.

A livello regionale, i 3 Laghi, Ginevra e in misura minore la Svizzera tedesca e il Ticino registrano un incremento dei ricavi generati nella grande distribuzione (Fig. 1.3). La cifra d’affari dei vini vallesani è per contro in netto declino rispetto al 1° trimestre 2016 (- 7.1 %). Quella dei vini vodesi rimane stabile (- 0.4 %).

Prodotti di natura eterogenea, i vini IGT svizzeri venduti nei supermercati calano in volume nelle stesse proporzioni che la loro variazione di stock (- 8.2 % contro - 11.5 %) pur mantenendo il livello dei prezzi rilevato un anno prima (Fig. 1.4). È il vino bianco, il cui livello degli stock è diminuito del 29.7 % fine 2015, il più colpito dalla situazione attuale del mercato.

Nel complesso, il mercato svizzero del vino accusa un calo del 1.3 % delle sue attività al 1° trimestre 2016 (Fig. 1.5). Mentre il volume di vini svizzeri venduti nei supermercati, includendo i vini IGT, diminuisce del 6.2 %, quello dei vini stranieri riparte in aumento (1 % durante il periodo in osservazione).

La lieve crescita delle vendite di vini stranieri nella grande distribuzione al 1° trimestre 2016 è dovuta principalmente alla crescita delle vendite di vini italiani (5.5 %), mentre il vino francese è sempre alla ricerca di una ripresa sul mercato svizzero (- 4.3 %).

Nonostante la pressione della forza del franco esercitata sul mercato svizzero dei vini, il prezzo globale del vino nei supermercati è leggermente aumentato rispetto all'anno precedente (0.6 %). Sostenuto da un aumento del livello degli stock (2.9 %), il prezzo dei vini stranieri rimane complessivamente stabile. Quello dei vini svizzeri progredisce del 2.8 % per stabilirsi a CHF 10.80 per litro, il prezzo medio più elevato degli ultimi 5 anni.

Anche se il divario tra il prezzo medio dei vini indigeni e dei vini stranieri si allarga per stabilirsi a CHF 1.72 contro CHF 1.41 un anno prima, il rapporto no 6 dell’OSMV dimostra che i vini DOC svizzeri sono ben posizionati nei confronti dei vin stranieri in segmenti di prezzi ben mirati. 

 

L'Osservatorio svizzero del mercato dei vini OSMV

Al fine di dotare il ramo vitivinicolo svizzero di uno strumento di analisi del mercato preciso e affidabile che permette di orientare la produzione in funzione della domanda del mercato e perfezionare le strategie promozionali nazionali e regionali degli attori della filiera, l’Interprofessione della vigna e del vino svizzero ha commissionato CHANGINS alta scuola di viticultura ed enologia in vista di creare un Osservatorio svizzero del mercato dei vini (OSMV). 

Contatto: Philippe Delaquis, Chef de projet OSMV – 022 363 40 50 – Changins ‐ philippe.delaquis@osmv.chwww.osmv.ch

Contatto: Denise Cugini +41 (0)78 642 64 80 denise.cugini@changins.ch - www.changins.ch