Notizie

OSMV #7 - La domanda di vini DOC svizzeri nella grande distribuzione superiore all’offerta nel 1° semestre 2016

Sorgente /
I risultati del 1° semestre 2016 confermano le tendenze emerse in seguito alla debole vendemmia 2015: la domanda di vini DOC svizzeri nella grande distribuzione è stata superiore all’offerta. Il consumo di vini DOC svizzeri nei supermercati (banca dati Nielsen) è dunque diminuito del 7.8 % su base annua, come lo rileva il rapporto no 7 dell’Osservatorio svizzero del mercato dei vini. 

Conseguenza della scarsità dell’offerta, il prezzo medio dei vini DOC svizzeri sale complessivamente del 3.7 % in valore nominale. Tutti i colori di vino sono interessati da questa situazione.

« Le regioni vitivinicole svizzere che sono meglio riuscite a contenere l’aumento dei prezzi grazie ad una buona conoscenza del mercato hanno visto il loro volume di vendita e loro ricavi aumentare nel 1° semestre 2016 » afferma Philippe Delaquis, capo progetto dell’Osservatorio svizzero del mercato dei vini.

A livello regionale, i 3 Laghi (+ 5.3 %) e in misura minore, la Svizzera tedesca e il Ticino, registrano un aumento del reddito delle vendite DOC nella grande distribuzione nel 1° semestre 2016 (Fig. 1.3). La cifra d’affari dei vini vallesani è per contro in netto declino (- 6.9 %). Quella dei vini vodesi accusa un calo significativo (- 3.7 %), mentre i redditi derivanti dalla vendita di vini ginevrini rimangono stabili.

« Quando la quantità disponibile sui mercati si abbassa, l'unico modo di ottimizzare il reddito è di variare il prezzo in funzione della reazione dei consumatori » spiega il Signor Pierre-Alain Jeannet, membro del comitato di pilotaggio dell’Osservatorio svizzero del mercato dei vini.

In termini di segmentazione di prezzi, il rapporto dell’OSMV rivela che il 44.2 % dei vini rossi svizzeri, vini IGT e da tavola compresi, sono venduti nei supermercati nel 2° trimestre 2016 ad un prezzo medio al litro oscillante tra CHF 10 e 15 e che un litro di vino rosso svizzero su quattro è venduto ad un prezzo medio che si situa tra CHF 15 e 20. Nel caso del vino bianco, un terzo del vino svizzero venduto nei supermercati lo è ad un prezzo superiore a CHF 12 al litro.

In assenza marcata di vini rosati vallesani negli scaffali (calo del 20 % in media per i Pinot rosati), il consumatore ha ricercato dei vini in entrata di gamma tra CHF 8 e 10 al litro provenienti dai cantoni di Ginevra e Vaud. 

 

L'Osservatorio svizzero del mercato dei vini OSMV

Al fine di dotare il ramo vitivinicolo svizzero di uno strumento di analisi del mercato preciso e affidabile che permette di orientare la produzione in funzione della domanda del mercato e perfezionare le strategie promozionali nazionali e regionali degli attori della filiera, l’Interprofessione della vigna e del vino svizzero ha commissionato CHANGINS alta scuola di viticultura ed enologia in vista di creare un Osservatorio svizzero del mercato dei vini (OSMV). 

 

Contatto: Philippe Delaquis, Chef de projet OSMV – 022 363 40 50 – Changins ‐ philippe.delaquis@osmv.chwww.osmv.ch

Contatto: Denise Cugini +41 (0)78 642 64 80 denise.cugini@changins.ch - www.changins.ch